Loading...

Foggia Benevento Manfredonia Lucera ( 8 - 11 Ottobre)

€ 555,00
1° giorno - FORLÌ- FOGGIA  Km 490
Ritrovo dei Signori partecipanti a Forlì (Punto Bus), alle ore 6.00 sistemazione in pullman e partenza per Foggia
Viva, dirompente e seducente, Foggia è una città che si rivela poco alla volta agli occhi di chi si sofferma ad osservare. Le vie trafficate, le piazze, l’imponente cattedrale ed i palazzi antichi. Gli immancabili panni stesi fuori dalle finestre ed i vasi di fiori. La città si rivela essere una città dai mille volti. Una sorpresa continua! Foggia è la terza città più popolosa della Puglia, un importante centro commerciale e agricolo, sede universitaria e vero e proprio concentrato di monumenti imperdibili. in mezzo del Tavoliere delle Puglie sorge Foggia, una delle città più antiche non solo di tutta Italia, ma anche di tutta Europa. Grazie alla sua posizione strategica e al suo mite clima mediterraneo, l’area vide sorgere i primi insediamenti nel Neolitico, come testimoniano i diversi scavi archeologici che si possono trovare nei dintorni della città. Le origini di Foggia sono però anche strettamente legate alla Madonna dei Sette Veli. Si narra che nel 1062 alcuni pastori scorsero tre fiammelle che galleggiavano sull’acqua di un pantano, dove oggi si trova l’odierna Piazza del Lago. Lí trovarono una tavola raffigurante l’effige della Madonna che offriva in adorazione Gesù. La tavola fu portata poco distante, nella Taverna del Gufo, che ben presto diventò meta di pellegrinaggio e diete il via all’edificazione dell’odierna città di Foggia. La tavola dell’Iconavetere è protetta da una copertura in argento e nessuno ne ha mai visto le sembianze. Il culto della Madonna dei Sette Veli è molto sentito passeggiare tra i banchi del mercatoIl Mercato Rosati di Foggia è uno dei più colorati mercati storici in cui sia mai stata. Frutta, verdura, le tradizionali cime di rapa, le erbe spontanee, i pomodori. Il caciocavallo, i salumi, il pesce. Il richiamo dei venditori e i profumi nell’aria. Lo puoi
trovare tutti i giorni dal lunedí al sabato fino alle 14.
Pranzo in Hotel e nel pomeriggio incontro con la guida per la visita di Foggia. Cena e Pernottamento in Hotel

2° giorno - FOGGIA-MANFREDONIA-FOGGIA KM 83

Dopo la prima colazione, partenza in Pullman per La visita di Manfredonia Manfredonia è situata ai margini del Tavoliere, sul golfo più grande dell’Adriatico centro-meridionale. E’ la città portuale e marittima per eccellenza in provincia di Foggia. Il nome della città deriva da quello di Manfredi, re di Sicilia, figlio naturale di Federico II, che la fondò a metà del XIII secolo Quando si parla di Manfredonia non si può fare a meno di ricordare il suo golfo, il suo porto, che assume ogni giorno di più un vasto interesse dal punto di vista turistico, ed è l’elemento vitale dell’economia locale.Il Castello Svevo Il castello di Manfredonia è il risultato di trasformazioni, ampliamenti e rifacimenti avvenuti in epoche diverse. In origine tutta la struttura consisteva in uno spazio quadrilatero racchiuso da una cinta muraria raccordata da cinque torri a pianta quadrata. Ospita il Museo Archeologico Nazionale che raccoglie numerose “Stele Daune” del VI e VII secolo. Cattedrale La Cattedrale di Manfredonia è dedicata a Dio sotto l’invocazione di San Lorenzo Maiorano, vescovo sipontino; su disegno di un architetto francese, è di stile gotico. La cupola della Cattedrale è alta dal pavimento del presbiterio 17, 60 metri, la circonferenza è di 30 metri.Visita guidata e Pranzo Libero a Manfredonia Cena e Pernottamento in hotel

3° giorno - FOGGIA- BENEVENTO-FOGGIA  KM 230

Dopo la prima colazione partenza in pullman per Benevento la città di misteri, miti, leggende e storia.Terra dei Sanniti, dei Longobardi e dei Romani L’arco di Traiano è un monumento di rara bellezza che lascia sbalorditi non solo per la sua maestosità ma anche per via del suo ottimo stato di conservazione. L’arco si
presenta come uno dei meglio conservati di tutta Italia. La sua costruzione fu iniziata nel 114 d.C. Il teatro Romano è una costruzione che risale agli inizi del II secolo. Fu costruito per volere di Adriano e poi fu ampliato da Caracalla. In origine era costituito da tre ordini di venticinque arcate, oggi sono sopravvissuti soltanto il primo ordine e buona parte del secondo.
Lungo il corso Garibaldi si trova Palazzo Paolo V, una meravigliosa struttura dalla facciata molto affascinante che presenta moltissimi tratti dell’architettura manieristica. Il Duomo di Benevento è intitolato a Santa Maria de Episcopio ed è stata la prima chiesa eretta a Benevento dalle origini della chiesa. Nel 1943 un bombardamento da parte delle forze Alleate l’ha quasi raso al suolo, distruggendo alcune antiche testimonianze del VII secolo. Guida per la visita Pranzo in ristorante durante la visita . Rientro in hotel per la cena e pernottamento
4° giorno – FOGGIA-LUCERA-FORLI KM 500 
Dopo la prima colazione, partenza in pullman per LUCERA Monte Sacro, Belvedere e Monte Albano sono i tre colli su cui sorge Lucera. Una posizione sopraelevata e privilegiata sulla distesa piatta e infinita del Tavoliere, protetta oltretutto alle spalle dai monti della Daunia. Ovvio che fin dalla nascita sia stata oggetto di contesa tra le tante etnie che hanno attraversato il territorio, dai Sanniti ai Romani Sanniti, Romani, Longobardi, Arabi, Bizantini... ognuno di questi ha lasciato la propria impronta, a partire dagli antichi Dauni (se non altro per aver dato il nome al territorio!), i primi ad insediarsi in Puglia e ad aver fondato Lucera, che secondo la leggenda accolse l'eroe greco Diomede che da Troia portò via il Palladio

La Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta Riconoscibilissima grazie al suo profilo asimmetrico, la Cattedrale o Duomo è uno dei simboli di Lucera insieme alla Fortezza svevo-angioina e all'Anfiteatro Augusteo. La sua edificazione avvenne durante il dominio di Carlo II d'Angiò all'inizio del XIV secolo quando la presenza considerevole della colonia musulmana voluta da Federico II di Svevia circa 80 anni prima non era ritenuta più sopportabile dalla Roma dei Papi e dal crescente desiderio di ritorno alla cristianità: sulle rovine della moschea, in mezzo alla città, sul modello della chiesa di Saint-Maximin in Provenza venne eretto quello che viene considerato uno dei più grandi esempi di architettura gotico-angioina nell'Italia meridionale.  La Fortezza svevo-angioina Costruzione possente voluta dall'imperatore Federico II nel 1233 ). Ai piedi del colle Albano L'Anfiteatro Augusteo romano dell'epoca dell'imperatore Augusto (I secolo) che poteva ospitare fino a 18.000 persone è tra i più antichi e importanti dell'Italia meridionale e venne fatto costruire dal magistrato Marco Vecilio Campo come emblema di Lucera colonia di Roma Visita Guidata Pranzo in ristorante  Nel primo pomeriggio Partenza per il rientro con arrivo a Forli in tarda serata.

 

  • non confermato
  • posti disponibili
WhatsApp