Loading...

FIORITURA DELLA LAVANDA
nelle terre del Tartufo, Barbaresco, Barolo e Castelli Tra i borghi più belli d'Italia:

€ 509

1° Giorno Sabato 2 Luglio: FORLÌ - CASTELNUOVO DON BOSCO - Ritrovo dei Signori Partecipanti a Forlì (Punto Bus) alle ore 05.30, sistemazione in pullman e partenza per il Monferrato. Percorrendo una bellisma strada panoramica tra i campi color lavanda si potrà passeggiar e riposarsi sulle “big bench”, le panchine iper-dimensionate che s’affacciano sui paesaggi affascinanti che ricordano la Provenza d’estate. Pranzo libero e a seguire visita di Castelnuovo Don Bosco conosciuto in tutto il mondo per essere la “Terra di Vini e di Santi”. Sul Colle Don Bosco sorge la Basilica di Don Bosco. Nell’area adiacente la Basilica meritano una visita la Casa natale e il Santuario di San Giovanni Bosco, il Museo della Civiltà Contadina dell’Ottocento e il Museo Etnologico Missionario Don Bosco. Anche il centro storico di Castelnuovo Don Bosco è uno scrigno di bellezze da non perdere. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° Giorno Domenica 3 Luglio: GRINZANE CAVOUR - LA MORRA - SALE SAN GIOVANNI - Dopo la prima colazione in hotel, partenza per Grinzane Cavour. Visita guidata agli interni del castello che dopo i restauri iniziati nel 1961 si mostra oggi nuovamente in tutta la sua qualità architettonica, in buona parte trecentesca e cinquecentesca. È sede dell’Enoteca Regionale Piemontese “Cavour” dal 1967 e dallo stesso anno dell’Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini d’Alba, il maniero rivitalizzato ospita, oltre ad un rinomato ristorante, anche un composito Museo della civiltà contadina e del famoso statista. Vi si trovano cimeli e ambienti cavouriani, oggetti attinenti all’enogastronomia albese, attrezzi di cantina (fra i quali un “monumentale” torchio a leva del 1704), arredi pregiati, sale con pannelli illustrativi delle Langhe e del Premio letterario “Grinzane”. Dal 2014 il castello e le sue pertinenze sono stati riconosciuti “Patrimonio mondiale dell’Umanità”, il titolo è stato concesso dall’UNESCO ai paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato. Proseguimento per La Morra e passeggiata nel cuore del centro storico: per ammirare i numerosi palazzi, le chiese della Confraternita di San Sebastiano e San Roco, piazza Castello dove si trova la Torre campanaria del 1700, costruita con i resti del castello, abbattuto nel XVI secolo, il monumento bronzeo al Vignaiolo d’Italia, l’opera dell’artista Antonio Munciguerra inaugurata nel 1972 che celebra la fatica e il lungo lavoro del contadino che cura i pregiati vigneti tutto l’anno, il busto marmoreo ricorda Giuseppe Gabetti, il compositore ottocentesco autore della Marcia Reale, il primo inno d’Italia nonché la balconata del Belvedere: da qui la vista è mozzafiato e si possono ammirare le colline delle Langhe e del Roero. Proseguendo lungo il cammino si giunge in via Carlo Alberto: qui si trova la Cantina Comunale di La Morra nata nel 1973 nei locali del palazzo dei Marchesi di Barolo. Oggi La Morra è famosa in tutto il mondo, soprattutto per la produzione del vino Barolo. Sulle colline del territorio si coltivano pregiati vitigni; tra questi il più rinomato è il Nebbiolo da cui si producono il Barolo e il Nebbiolo d’Alba. Proseguimento per Sale San Giovanni . Un paese che conta meno di 200 abitanti e che, d’estate, quando tutto si tinge di lilla, diventa il più visitato d’Italia. È la “piccola Provenza del Piemonte“, un borgo, Le sue colline, come quelle del Luberon francese, tra metà giugno e metà luglio, sono tutto un fiore e i colori variano dal “bluette” all’indaco, dal viola intenso al rosa. Le strade che conducono ai campi di lavanda e al centro storico del borgo sono percorribili dai turisti soltanto a piedi Pranzo in corso di visita. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.

3° Giorno Lunedì 4 Luglio: ALBA - NEIVE - FORLÌ - Dopo la prima colazione in hotel, partenza la visita di Alba. Pur non essendo capoluogo di provincia, Alba e` indiscutibilmente la capitale delle Langhe, citta` ricca ed elegante, lambita dal fiume Tanaro e incastonata tra colline celebri in tutto il mondo. L’improvviso, ma meritato benessere, che ha cambiato Alba negli ultimi 70 anni, non ha intaccato i ritmi tranquilli della vita di provincia, ma ha proiettato questo paesone in una dimensione internazionale grazie a prodotti come la Nutella, il cui aroma invade spesso le vie del centro e la coppia tartufo-vino. Il tour ideale per Langhe e Roero parte dalle rosse torri di Alba, con il suo centro storico raccolto e raffinato, dove visitare chiese, passeggiare e fare acquisti in tranquillita`, per rispettare la vocazione commerciale della citta`. Visita guidata della città e tempo a disposizione da dedicare alle giornate conclusive della 91° Fiera del tartufo bianco. Pranzo in corso di visita e nel pomeriggio proseguimento e visita di Neive attraversando il suo impianto medievale con le case dai tetti rossi addossate le une alle altre. Dall’alto del centro storico si gode di una splendida vista sulle vigne circostanti.. Al termine delle visite partenza per il rientro con arrivo ai luoghi di partenza in serata.

La quota comprende: 

  • Viaggio A/R in Pullman G.T.
  • Sistemazione in hotel 3*** in camere doppie con servizi privati.
  • Trattamento di pensione completa dal pranzo del primo giorno al pranzo dell'ultimo giorno.
  • Bevande ai pasti.
  • Visite guidate
  • Assicurazione medico–sanitaria.
  • Accompagnatore.

La quota NON comprende: 

  • Il supplemento camera singola. € 60,00
  • Assicurazione Annullamento pari a circa il 7% circa della quota viaggio(chiedi informazioni in agenzia).
  • Gli extra personali.
  • E tutto quanto non menzionato alla voce “La quota comprende”.
  • non confermato
  • posti disponibili
WhatsApp