Loading...

Percorso natura: SELLANO e la Valle di Laghi e Cascate

€ 115,00

Ritrovo dei Signori partecipanti a Forlì (Punto Bus) alle ore 6.30, sistemazione in pullman e partenza per Sellano: l’antichissima fortezza del XII secolo che probabilmente affonda le sue misteriose radici già nella tribù romana dei Syllinates (nell’84 a.C.), è il punto di partenza privilegiato per esplorare questa meravigliosa zona, tra la Valle del Vigi e la Valle del Menotre.
Sellano si è ormai completamente ripresa dal devastante terremoto del ’97, è ora un piccolo borgo ben curato, con la piazzetta centrale dominata dalla chiesa che conserva al suo interno le spoglie del Beato Giolo (un eremita del luogo al quale la tradizione popolare attribuisce gesta miracolose).
Appena fuori dal centro abitato, nei pressi del campo sportivo del paese, un sentiero ben segnalato permette di scendere rapidamente fino al fondovalle, raggiungendo il Lago di Vigi, conosciuto anche come Lago Lochness per la presenza di un’omonima area dedicata alla pesca sportiva. Questo bacino artificiale è stato creato nei primi anni ’60 con la funzione di alimentare l’invaso di Ponte Sargano, utilizzato per la produzione di energia idroelettrica. Caratterizza il suo affascinante habitat un’acqua corrente sempre limpida, contornata da ontani neri, salici bianchi, giunchi d’acqua e, sui versanti rocciosi, boschi di roverella e lecci. Seguendo il sentiero che conduce a Setri o Peneggi, il cammino continua in falsopiano su strada sterrata fino ad un bivio dove, svoltando a destra su di un piccolo ponte che permette di oltrepassare il fiume, si prosegue per pochi metri fino ad individuare un ben visibile prato alla base della Cascata delle Rote. Le cascate sono originate da un substrato di travertino che nel corso dei secoli si è modellato con il costante scorrere del fiume Vigi, formando uno stretto e suggestivo salto d’acqua di diversi metri. Fin qui avrete camminato per circa 2km che occorrerà percorrere a ritroso tornando al paese.
Pranzo all’aperto.
Nel pomeriggio visita di Vallo di Nera :un paese monumento, un borgo che emerge a stento dai boschi con le sue case di pietra chiara, straordinariamente conservato dal 1217, da quando la città di Spoleto concesse agli uomini di Vallo di costruire un castello a difesa della valle, sul colle dove in precedenza sorgeva una rocca. Si presenta, dunque, come una fortezza medievale, eretta su un colle del versante sinistro del fiume Nera. Le mura possenti e le antiche torri circondano le case in pietra che sono addossate le une alle altre e interrotte solo da ripide viuzze, da archi e sottopassaggi. Due porte simmetriche, Portella e Portaranne, permettono l’accesso al paese-castello, dove il transito è consentito solo ai pedoni. Una volta dentro è più che mai medioevo: feritoie, mensoloni, passaggi stretti, vicoli bruniti e serrati, le preziose chiese romaniche e i portali in pietra, la casa-torre del fiero Petrone che guidò la rivolta dei castelli della valle contro Spoleto.
Al termine inzio del viaggio di rientro con arrivo in serata ai luoghi di partenza.

 

la quota comprende: Viaggio A/R in pullman G.T - Visita guidata come da programma - Pranzo all’aperto con bevande incluse - Assicurazione medico–sanitaria.

la quota non comprende: Gli extra di carattere personale - Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

condizioni di viaggio: Saldo al momento della conferma da parte di Viaggi Biondini.

Eventuali intolleranze/allergie alimentari devono tassativamente essere comunicate al momento dell'iscrizione.

 

  • non confermato
  • posti disponibili
WhatsApp